Come Attrezzarsi per la Fine del Mondo p.v.

“Ogni anno cadono sulla terra 12.000 corpi celesti del diametro massimo di 1 metro.”
Che belle queste letture di consigli per cosa fare per la prossima fine del mondo. Spulciando qua e là ne ho trovata una che mi piace assai. Dice che è meglio prepararsi per tempo (l’articolo è stato scritto 4 anni fa) non aspettate all’ultimo momento, come fanno tanti, si sa già, e chissà quanti ne conoscete anche voi: “dai preparati, studia per tempo, ogni giorno un pochino”.
Sì, sì e poi non fanno niente ‘sti lazzaroni e quando arriva il giorno dell’interrogazione è la fine del mondo, seduti sulla tazza del cesso che si lamentano che non possono uscire di casa…quando è troppo tardi per pensare ad una strategia. Innanzitutto fare attenzione alle catastrofi naturali, ma in che senso? Non so cosa voglia dire,  forse vuole dire di non vederle solo come catastrofi naturali ma come eventi premonitori…d’accordo, fin qui ci siamo e credo siamo tutti d’accordo che lo siano…la natura che si ribella e tutte ‘ste cose che soprattutto noi italiani ci diciamo sottovoce tutte le volte che capita un terremoto o un’alluvione, ma così, ce lo diciamo tra noi, davanti a una tazzina di caffè, per passare ancora un po’ di tempo, di quel che ci rimane…
Poi dice che risparmiare qualche soldo in più non è una brutta idea…ma a cosa ci serve? C’è anche da dire che quattro anni fa non era prevedibile che non avremmo avuto più niente da risparmiare, ma, torno a chiedermi, mi sembra il problema minore, nella mia idea della fine del mondo i soldi, finalmente, non dovrebbero contare proprio niente.
Insiste di tenere una fornitura di acqua e di cibo non deperibile per almeno due mesi (?).
Poi un kit di primo soccorso, cosa che tutti dovrebbero avere, un cerottino, un disinfettante, delle forbicine e cos’altro? Tenere una coperta e un sacco a pelo nel bagagliaio della macchina perchè anche se non lo si deve usare, meglio averlo. E conclude che una volta che sei così preparato, sei a posto. Deliziosa, candida innocenza! Che purezza e limpidezza, che semplicità. Che bello.
Che altro si può dire?….che a questo punto per prepararsi alla fine del mondo p.v. si potrebbe anche cominciare a leggere l’e-book “Silenziosamente al mattino spicca il tuo volo” e chissà che a qualcuno di noi possano arrivare nuove idee….

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...