Niente di Janne Teller – Recensione

Niente di Jane Teller è uscito nel 2000. Parla di adolescenti. Parla di un piccolo gruppo di adolescenti mossi da un grande e nobile proposito: far scendere da un albero il loro coetaneo Pierre Anthon che lassù s’è piazzato a mangiar susine e a decretare che niente ha senso. “Tra pochi anni sarete tutti morti e dimenticati, sarete niente, perciò tanto vale che cominciate a esercitarvi” grida dal ramo. Pierre Anthon provoca, è la coscienza sotterranea che emerge, sale su un albero per farsi sentire; vuole lanciare un messaggio; è figlio di ex sessantottini, dicono di lui, forse per giustificare il suo impegno sociale a stanare un senso a questa vita e a condividerlo con caparbietà con gli altri. Pierre Anton ha trovato un senso nel non senso della vita, è già più avanti del protagonista di “Silenziosamente…”, Giorgio che è costretto ad agire perchè ha poco tempo per pensare;  Pierre Anthon invece è fermo, salvo le sue gambe che penzolano dal ramo alto del susino. Giorgio deve cercare qualcosa, ha fretta, rincorre un obiettivo meno teorico, deve trovare il modo di vivere arrangiandosi da solo. La famiglia di Pierre Anthon è su uno sfondo immaginario, è sullo sfondo degli illusionisti del mondo perduto, quella di Giorgio è decisamente troppo presente nel vanificare speranze e desiderio di realizzazione; entrambe mi fanno la stessa impressione: di impaccio, di fastidio, una per la sua indifferenza, l’altra per la sua ignoranza;  in entrambi i casi questi due ragazzi dovranno cercare di cavarsela da soli. Nel romanzo della Teller sullo sfondo un gruppo di pari che, nel caso di “Niente” si alleano per aiutare Pierre Anthon a scendere dall’albero dimostrandogli che un significato c’è; nel secondo sono parte di una massa indistinta che a tratti si individualizza in rapporti casuali e formali.
Come andrà a finire? Lascio al lettore la sorpresa. Se vi interessa ne riparleremo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...