Piccoli screzi tra condomini

Agata Storti è magra magra e la dottoressa Mongiardini, sempre molto delicata e desiderosa di ricevere consensi in ascensore, l’ha salutata con un bel “ma lei è troppo magra, ma mangia?” e la Agata, che forse la domanda se l’era già sentita fare mille volte le risponde “beh sa, non c’è lavoro e poco lavoro…poco cibo e solo del discount..” e la Mongiardini che non aveva capito che doveva chiuderla lì, che tanto si era già giocata il consenso eterno dalla Storti, nonché Agata, nonché furiosetta per l’intrusione, le fa “ma voi giovani perchè non scendete in piazza a lamentarvi come abbiamo fatto noi…?”. Fermo restando che lei era sempre stata dall’altra parte, si era quasi sorpresa da sé per essersi affrancata per un attimo, nel chiuso di un ascensore, dal dissenso sul sessantotto e, a pensarci bene, si era sentita un po’ più leggera, ma, a parte questo, non si è resa conto che s’era tirata la zappa sul piede, quello con la nocetta. “Gentile signora non-so-chi-sia, la rivoluzione noi la facciamo democraticamente andando a votare, non c’è bisogno di spaccar vetrine… e poi, come mai, quando ci si ribella facendo una manifestazione che non porta a nulla, avete da dire e adesso, se non se ne fanno, avete ancora da ridire? Che vi prende?” L’ascensore era arrivato, davanti a loro la Marticola col viso di quella che ha appena udito una novità da raccontare.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...