Achtung! La sigaretta elettronica è cancerogena?

sigaretta-elettronica-21Udite udite, le sigarette elettroniche sono da poco in commercio e già si grida all’allarme, la sigaretta elettronica è cancerogena!! Fantastico.
Piccola riflessione:
1 Come si fa a dirlo? Quando sono usciti i primi telefonini ai poveri pazzi che ipotizzavano danni al cervello è stato risposto che non era il caso di fare allarmismi, che prima di dire certe cose bisognava dimostrarle. Ci sono voluti dieci anni di attesa…per poter finalmente dire che… sì, l’ipotesi (che già da allora si basava su studi precedenti sui campi magnetici e dai quali, per ovvia deduzione, si evinceva l’ipotesi), era giusta. Grazie.
Adesso ci siamo evoluti, da pochi mesi è in commercio la sigaretta e già lo si afferma.
E la sigaretta di tabacco e nicotina… no? Sappiamo con certezza da anni che oltre il 90% dei tumori al polmone sono da fumo di sigaretta. Nel 2012 in Italia sono state fatte 38500 diagnosi di tumore al polmone; vorrei aggiungere anche gli altri “danni correlati “ al fumo di sigaretta: tumori del cavo orale, cancro della laringe, cancro dell’esofago, ulcera gastrica, cancro gastrico,  carcinoma del pancreas, cancro della vescica, tumore della cervice uterina, rischio di infertilità ed impotenza nei maschi.
Se vi interessa l’argomento sappiate che in Italia ai produttori di sigarette di tabacco viene richiesta solo l’analisi del catrame, della nicotina e del monossido di carbonio. In attesa del Decreto del Ministero della Salute che  stabilisca nuove analisi da parte dei fabbricanti e degli importatori da svolgersi nei Laboratori accreditati dell’Istituto Superiore di Sanità si è condotta una analisi su 20 pacchetti e 10 marche di sigarette. Per avere una idea della pericolosità del fumo di una sola sigaretta considerando per esempio solo il benzene come componente-tipo sappiate che è emerso il valore di 30 microgr/cig mentre il limite fissato per il benzene è 5 microgr/m cubo; vedi “Composizione Chimica del Fumo Principale di sigaretta” di Marche, Pellegrini, Pacifici, Zuccaro, Pichini dell’Istituto Suoperiore di Sanità, Dipartimento del Farmaco.
Quindi non sorprende che l’Istituto Superiorie di Sanità abbia detto la sua, o meglio, abbia affermato che “le sigarette elettroniche… potrebbero rappresentare un potenziale rischio di cancerogenicità…”  potrebbero?
A me vengono dei dubbi, non certo sulla qualità delle analisi che dovranno essere fatte e ripetute, come si conviene e si deve, ma sulla facilità e, soprattutto, sulla velocità con cui le si demonizza.
A questo punto si può dire che le fiale conterrebbero benzene, arsenico, cromo, cadmio, piombo, zinco, nikel, rame, elementi peraltro presenti anche nelle sigarette di tabacco, oltre che in tutto il resto del nostro povero paese inquinato nel suolo, nell’aria e nell’acqua.
Garattini dice che le e-cigarettes contengono nicotina, oltre ai suddetti metalli: ma non è anche è la possibilità di calarne gradualmente il dosaggio che aiuta a smettere?
E della nicotina presente nelle sigarette di tabacco che mi dice?
Dice anche che con la nicotina si diventa dipendenti e c’è il rischio di nuove intossicazioni. Parole sante, esattamente questo è il motivo per cui si diventa dipendenti dalle sigarette.
2   Chi compra la e-cigarette vuole smettere. Questo è un dato. Se voglio iniziare a fumare, se sono un ragazzino e voglio sentirmi grande,  non vado certo a comprarmi la e-cigarette.
Ma mettiamo che sono un adolescente solo mediamente trasgressivo, che voglio far vedere che fumo e compro la e-cigarette proprio perchè mi sembra meno pericolosa (a dire il vero non riesco proprio a immaginarmela sta scena, lui con la e-cigarette e gli amici con la sigaretta vera… puach), in questo caso è ovvio che non ci metto la fialetta nicotinico-metallica e faccio solo un po’ di vapore che fa tanta scena, ho appena lasciato il vaporizzatore della Chicco e prendo quello per i più grandi, mi farà bene in caso di rafreddore. Ma lasciam perdere.
Temo che ciò che ha preoccupato veramente siano stati i 500 milioni di euro del volume d’affari in Europa: l’affare e-cigarette è sfuggito di mano ad una certa lobby assonnata che ha fatto cilecca e adesso sta cercando di recuperare il terreno perduto, visto il calo ponderoso delle vendite di sigarette di tabacco.
Se lo Stato riuscirà a mettere il suo Imprimatur sulle e-cigarettes potremo continuare tranquillamente a dire che il fumo fa male come abbiamo sempre fatto, così come il gioco d’azzardo fa male (d’azzardo? E quello legalizzato no?), che l’alcool fa male, che i politici disonesti fanno male… che una martellata su un dito fa male e così via.
Proposta: le spese che il Servizio Sanitario Nazionale si accolla per curare i portatori di carcinomi del polmone da sigaretta (supporto psicologico per il malato e i parenti, chemioterapie, radioterapie, interventi chirurgici, medicazioni, visite di controllo ed anche spese per le onoranze funebri) dovrebbero accollarsele le case produttrici di sigarette e lo Stato potrebbe così abbandonare l’insana pratica di guadagnare sulla salute dei suoi cittadini. Della serie “tulli tulli te li fai e te li trastulli”. Si avvierebbe così un circolo virtuoso autorigenerantesi e chissà che un giorno, seppur lontano, quando le uscite da sostenere per le cure avran superato le entrate… anche le sigarette di tabacco  diventeranno davvero veramente pericolose.
I can get no… contradiction.

Annunci

Una risposta

  1. Nonostante una voce di rilievo come Veronesi e altre ricerche provino che comprare una sigaretta elettronica sia meglio di comprare una sigaretta “normale”, la regolamentazione sull’uso della ecig nei locali e le tasse stanno sostanzialmente equiparando le due. D’altra parte i test che parlano di un aspetto cancerogeno si riferiscono a sigarette elettroniche di bassa qualità, di provenienza dubbia e piene di sostanze nocive…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...