L’Amore È Tutto: è tutto ciò che so dell’Amore di Michela Marzano- recensione

l'amore è tuttoMi colpiscono la leggerezza, la sintesi, il verbalizzare temi densi con un fare che avverto sempre, comunque, distaccato dei pensieri a lungo processati, una spinta interiore a tenere la passione a bada; perchè quella c’è, e come, altrimenti perchè scrivere un libro sull’Amore? “L’altro ha il diritto di non darci quello che vorremmo ricevere”, per esempio. Tutto ciò richiede coerenza e consapevolezza. Le finzioni che ci portiamo dentro, gli inganni che ci raccontiamo quando vogliamo far star dentro quella persona in un contenitore troppo piccolo e diciamo, o che è ingrassato, o che ci han propinato il contenitore sbagliato. Noi, invece, non sbagliamo mai perchè abbiamo il diritto/dovere di aspettarci che l’altro sia quello tagliato su misura per noi, una specie di tuta da sub che non faccia più passare il freddo dell’inverno, che noi si possa abitare con pienezza, cerchiamo una figura aderente! Non c’è. “Inizia solo quando la smettiamo di chiedere all’altro di darci quello che ci manca”. L’Amore è un anelito, un respiro “fatto di tutto quello che ci tiene in vita e che non si ha, che si invoca e si maledice, che si perde da quando si è nati e che si spera fino alla fine”.

Di tanto in tanto piccoli sprazzi di vita quotidiana, la sua vita di ogni giorno, la nostra vita di ogni giorno, i nostri pensieri non detti, sempre. L’altro giorno un giovane uomo, parlandomi della sua relazione in crisi, mi ha detto tranquillo “In fondo sono ormai cinque anni che stiamo insieme”, eccolo l’amore liquido di Zygmund Bauman citato da Marzano. E il nostro bisogno d’amore è eterno. Come si conciliano le due cose?
Per amare davvero, se davvero vogliamo amare, dobbiamo smetterla di pretendere dalla persona che amiamo il potere di riparare la nostra esistenza. Ma noi non vogliamo rassegnarci a questo, il nostro spirito si ribella e ogni tanto si quieta, ma solo per stanchezza, per dire, come Michela Marzano,
“in questi giorni non la smette di piovere a Parigi”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...