Il Libro dell’Inverno di Tove Jansson – Recensione

20131118150441_coverlibroinverno(web)Amo questa scrittrice finlandese di origine svedese della quale ho apprezzato i deliziosi La Barca e Io, Il Libro dell’Estate, L’Onesta bugiarda e, naturalmente la divertente storia dei Mumin. Il Libro dell’Inverno è la raccolta di piccoli racconti che, come sempre accade con la Jansson, ci fa guardare la realtà con occhi diversi quando una pietra dall’argenteo luccichio diventa un prezioso tesoro da nascondere finchè non ti sfugge tra le mani. E’ lo sguardo di un mondo bambino che si innalza verso i grandi sempre naturalmente impegnati nelle loro attività creative tra le quali la stessa Tove può spaziare, inventare, sognare. Il tutto avvolto da una atmosfera rarefatta nella quale anche i piccoli drammi hanno il sapore contenuto di una realtà che, principalmente, incuriosisce continuamente e che ti si svela con parsimonia in tutta la sua potenza, come tutti noi si dovrebbe fare sempre con i bambini: quando la vita è cruda e il bambino va accompagnato ad esperirla. La piccola Tove capisce il pericolo del mare del Nord, così come il suo lasciarla bene-stare con placide remate, una autorità cui impari a sottometterti con saggezza, così come i riti e le tradizioni della comunità e quelle storie di solitudini particolari, per questo sempre presenti nei villaggi, così come nei quertieri delle grandi città, eventi di un quotidiano che ogni giorno è fonte di divertimento; in questi racconti anche la  noia assurge a maestra competente di silenzi produttivi e gestazionali di gesta future, poi, dopo, quando sarà il momento, si vedrà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...