Silenziosamente al mattino spicca il tuo volo: la recensione di Sololibri.net

copertina SilenziosamentePotete leggere la recensione originale su Sololibri.net

Il luogo e il tempo di questo libro non sono specificati nel libro e questo mi ha fatto immaginare la storia ambientata oggi e nella mia città. Un meteorite incombe sul nostro pianeta e la distruzione appare imminente. Ognuno la vive a proprio modo: c’è chi rassegnato attende la propria fine, c’è chi cerca di fare finta di nulla e c’è chi cerca una qualsiasi soluzione di salvezza. E poi c’è Giorgio, un adolescente il cui problema principale al momento non è l’arrivo del meteorite che distruggerà ogni cosa, ma la sua vita familiare, con una madre che vive all’ombra di un padre violento e arrogante. Nella mente di Giorgio comincia a prendere forma l’idea di andarsene di casa e scomparire nel nulla: quella che vive non è “vita”. Così decide di andarsene di casa e il destino si mostra generoso con lui. Come per magia, lasciando la sua casa d’origine e i drammi familiari, tutto sembra prendere la giusta piega: trova infatti nello stesso luogo, sia un lavoro da dog sitter sia una casa in cui abitare. E così entrerà a far parte di un mondo bizzarro e abitato da persone umane e “buone”. Mentre leggevo avevo la sensazione che due sorelle migliori di Gina e Tina Baldi e di loro padre non potessero esistere per Giorgio, come se loro l’avessero aspettato da tempo e quasi impazienti di aspettare l’avessero accolto nella loro famiglia in modo naturale e semplice. Anche se la famiglia Baldi è tutto tranne naturale: sorelle stravaganti e con passati misteriosi, un padre a dir poco bizzarro e un cane che sembra avere un rapporto preferenziale con Giorgio. Tutti questi ingredienti catapultano Giorgio in rocambolesche avventure ai limiti del reale, dove incontrerà anche una amica, Viola, una adolescente con un rapporto difficile con la propria madre. Il nostro protagonista riesce finalmente a vivere quell’adolescenza e quella quotidianità familiari che fino a poco tempo prima non sapeva nemmeno esistessero. Il tutto nella cornice di un mondo che sembra essere arrivato agli sgoccioli, la cui fine incombe.

Libro stravagante, ironico, a suo modo coinvolgente. Mi ha colpito molto la voglia di cambiare e di riscatto di Giorgio, ma soprattutto l’aver realizzato di essere riuscito nella sua piccola grande impresa.

“Provò anche orgoglio, perché sentiva di avercela fatta, era ora di pretendere ciò che non aveva mai avuto, adesso che aveva sperimentato la possibilità di essere amato.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...