Poesia dorsale di Giovanna

Con  grande piacere continuo a ricevere poesie dorsali quindi continuerò a pubblicare tutte quelle che mi arrivano.
Ecco quindi la poesia dorsale di Giovanna che entrata in libreria non ha saputo resistere:

Una brava ragazza
la moglie
la donna perfetta…
smettila! E sii felice..
Se lo desideri, accade.

20150315_143531-1

Annunci

Concorso di poesia Haiku

InstagramCapture_7abb851e-8c28-44dc-8041-22fecf7d6f65

L’esperienza del piccolo concorso di poesia dorsale lanciato su questo blog è stata stimolante e divertente. Perciò ho pensato di lanciare un nuovo concorso dedicato agli haiku.
Lo haiku è una forma di poesia nata e diffusa in Giappone dal XVII secolo: si tratta di componimenti molto brevi, di solito composti da tre versi a loro volta formati da 17 sillabe. In teoria le sillabe dovrebbero essere così distribuite: cinque nel primo verso, sette nel secondo, ancora cinque nel terzo e ultimo verso.
Volete leggere un esempio? Ecco un haiku che ho pubblicato qui nel blog.
Lancio quindi un nuova sfida:
1) dovete rispettare i parametri dell’haiku che vi ho appena descritto
2) il tema delle poesie è libero
3) chiunque può partecipare e inviare la propria poesia
Inviate i vostri haiku a silenziosamentealmattino@gmail.com entro il 17 maggio 2015.
Il 25 maggio 2015 pubblicherò il nome del vincitore che sarà scelto da me personalmente e si aggiudicherà in premio i miei libri in formato ebook Silenziosamente al mattino spicca il tuo volo e Pieno di Luna.

Foglietto Illustrativo

41Sw6cYTdOL

Sono un tranquillante.
Agisco in casa,
funziono in ufficio,
affronto gli esami,
mi presento all’udienza,
incollo con cura le tazze rotte –
devi solo prendermi,
farmi sciogliere sotto la lingua,
devi solo mandarmi giù
con un sorso d’acqua.

So come trattare l’infelicità,
come sopportare una cattiva notizia,
ridurre l’ingiustizia,
rischiare l’assenza di Dio,
scegliere un bel cappellino da lutto.
Che cosa aspetti –
fidati della pietà chimica.

Sei un uomo (una donna) ancora giovane,
dovresti sistemarti in qualche modo.
Chi ha detto
che la vita va vissuta con coraggio?

Consegnami il tuo abisso –
lo imbottirò di sonno.
Mi sarai grato (grata)
per la caduta in piedi.

Vendimi la tua anima.
Un altro acquirente non capiterà.

Un altro diavolo non c’è più.

Wislawa Szymborska, Ogni caso, 2003